Vichipedie:Ostarie/Archivi 2005-2006

De Vichipedie, la enciclopedie libare dute in marilenghe.
Jump to navigation Jump to search

Benvignûts![modifiche il codiç]

Benvignûts a ducj cuancj! --Klenje 19:13, 18 Mai 2005 (UTC) Grazie par i saluz che jo ricambi. Mandi--82.48.191.199 11:00, 24 Mai 2005 (UTC) a jeri simpri jo, ore mi soi iscritte e allore firmi con il jo nom--Chiccagioia 11:03, 24 Mai 2005 (UTC)

Mandi, benvignude, il to furlan nol è mâl par nuie ;) --Klenje 11:05, 27 Mai 2005 (UTC)

mandi da un fusean (spero che sia guisto)! sono un francese, ma tanto tanto vicino col mio cuore di fusea (fusée) casa della mia famiglia, no so scrivere friulano, ma so leggerlo (scusate anche il mio italiano). ma mi fa tanto piacere leggerlo da casa mia in francia, e se posso aiutare in un modo o l'altro foto o .... lo faro con tanto piacere. Mandi a ducj ! --Bm59 7 di Set 2005 a lis 15:42 (UTC)

mandi, al è biel viodi che ancje i emigrants a si interessin al furlan! Si, tal futûr cualchi foto al pues jessi util, magari di fusee o di tumieç, ti fasarai savê mandi--Klenje 8 di Set 2005 a lis 08:39 (UTC)

Benvignût in Furlanie Ti spietavi li cun me Dopo 'l tài di dopo messe Zence vê nisune presce zence diu e zence jê Dilu, che nô di lâ vie On vin vonde di cussi E intant che l'timp s'intàse, làse, lase, lasimi restâ cun te... Peraulis furlanis che nus tornin simpi 'n tes vorêlis di quant ch'o vin scomençât a lâ ator pal mont. Sa tu passis di cheste bande ancje tu al ûl dî ch'a tu sês un di chei come me che stan fûr dal Friûl e che an cjapât il mâl dal paîs. Buine zornade ancje a ti.

Braas continuait cussi. So pos da un sugjeriment ca mi samea una biela roba al sares chel di meti duç i pais furlans. O ai vedut ca ta wikipedia taliana e inglesa a son. No si rivaresia a copiaiu in automatic. Mandi a duç - Bepi


O soi gnûf ancje jo. Intant lustri pal progjet e gracie pal lavôr che o fasês (mi pâr che nol mancji). Noi soi masse competent cun chescj argagns ca e partant scusait se metint dentri cualchi informazion o cumbini alc che nol va, massime cul furlan scrit. Planc a planc viodint ancje chel che a fasin chei altris o impararai. Se o volês dami cualchi drete, us ringrazii in acont. Mandi. --Consapinte 1 di Nov 2006 a lis 07:08 (UTC)

Mandi e benvignût. No sta preocupâti dai erôrs, chei si comedin. Par scomençâ tu puedis cjalâ inte tô pagjine di discussion dulà che a son cualchi informazion util. Pe ortografie cjale Vichipedie:Ortografie. Se ti covente altri, domande ;-) --Klenje 1 di Nov 2006 a lis 18:03 (UTC)


Mandi!! Sono nuova anche io, sono friulana e ho bisogno di unamano! Sto scrivendo la mia tesi di Laurea sulla presenza del friulano in Internet. Devo analizare dei siti in friulano e tutto il materiale che è possibile trovare in rete su questa lingua (testi, poesie, traduzioni di Bibbia o preghiere...) Mi potete aiutare?? Grazie Claudia

Ce ti coventie? Domande che no o sin ca! :-) Intant, se tu âs voie tu puedis regjistrâti e cussì o podarìn lassâti dai messaçs su la tô pagjine personâl. Mandi e buine tesi --Tocaibon 17 di Nov 2006 a lis 21:48 (UTC)

Grazie a chi vorra aiutarmi!! Mi dispiace ma non so scrivere in friulano. Per la mia tesi dovrei raccogliere un certo numero di siti internet in friulano e descriverli. Sarebbe interessante trovare dei testi (ho già consultato la vostra pagina dedicata alle canzoni in friulano), non so, preghiere o raconti, poesie.... Tutto quello che c'è!! Grazie e mandi! Claudia

Par rispuindi a Claudia lait ca

Mandi a ducj.. o us dis cumò che no soi propite bon a scrivi par furlan... o soi un fantàt furlan di 21 ains, ma a son sis ains co vîf a Milàn e cumò o studii lenghis te universidât achì...a mi fâs une vore plasè viodi dai sîts ducj par Furlan e podè legi e scrivi (o amancul provà) te marilenghe. Compliments di cûr ai autôrs e grasie di dà ai Furlans ator pe Talie e pal mont le oportunidât di tignì vive la la lenghe là ca no puedin fevelale... Francesco.. o Checu ce mût ca voleit :)

No sta preocupati se no tu sâs scrivi, ca a disin ducj cussì la prime volte che a scrivin! Viodût dopo che tu âs scrit alc ancje tu tu sês bielza deventât un dai autôrs de Vichipedie, par cui graziis di cûr ancje a ti. Mandi --Tocaibon 10 di Zen 2007 a lis 14:01 (UTC)

/*Dôs peraulis sù l'Udinês*/[modifiche il codiç]

So volês savê dut sù le scuâdre lait tal sito uficiâl [1] So sês un tifôs di chei vêrs o cjatarês ancje un cjant par tifôs dal Udin lant achi:[2]

Îr - domenie 19 Novembar 2006 - o soi stade al stadi "Friûl" a viodi Udinês - Siena. Al ploveve, ma no impuarte. O vin vinçût 3 a zero. Dopo il capôt di chê altre domenie (pierdût 5 a zero cu la Rome!)a si jere contents ancje sot la ploie! (michi)

Namespace[modifiche il codiç]

Scusate ma non so il Friulano. Vorrei segnalare che il namespace per le pagine di servizio è "Wikipedia:", non "Vichipedie:". Evidentemente tutti i namespace sono ancora in inglese. Attualmente ci sono diverse pagine di servizio fra gli articoli dell'enciclopedia. Bisognerebbe spostare le pagine che hanno il titolo che inizia von "Vichipedie:" (questo se volete posso farlo io) e poi cancellare i redirect (questo dovrebbe farlo un amministratore). --Leonard Vertighel 19:32, 20 Mai 2005 (UTC)

Ciao, il namespace è stato cambiato apposta, perchè in friulano si direbbe così, non Wikipedia; guarda per esempio la wiki catalana dove il nome è Viquipèdia--Klenje 12:22, 21 Mai 2005 (UTC)

No, il namespace appunto non è ancora stato cambiato. Se guardi in Special:Allpages, vedi che tutte le pagine che iniziano con "Vichipedie:" sono finite tra gli "articui". Il namespace per le pagine di servizio si chiama tuttora "Wikipedia:" e contiene attualmente un'unica voce [3]. Bisogna informarsi come modificare la localizzazione dei namespace (io purtroppo non lo so), non basta usarli come si vorrebbe perché il software poi non li riconosce. --Leonard Vertighel 20:13, 21 Mai 2005 (UTC)

Lo so, il problema è che non so chi contattare... però intanto mi sembra inutile trasferire tutte le pagine al namespace Wikipedia ... --Klenje 16:34, 22 Mai 2005 (UTC)

Il namespace sbagliato crea qualche problema ai bot, che trovano strano che un articolo abbia un interwiki al namespace Wikipedia: . Prova a chiedere agli admin di ca.wiki. Cruccone

qua c'è la documentazione. Spero possa essere utile. --131.111.8.96 19 di Avo 2005 a lis 21:16 (UTC)

Accenti[modifiche il codiç]

Ho notato che c'è un bot che gira e sostituisce tutte le robe tipo ê con il corrispondente carattere. Deduco (male?) che usare le entità html non è apprezzato :-) Si potrebbe avere qualcosa tipo la wiki italiana, dove in fondo a ogni pagina di modifica c'e' tutta la fila dei caratteri "speciali" su cui poter clickare? -- Agnul 21:21, 30 Mai 2005 (UTC)

è decisamente una buona idea solo che non so come si fa... c'è qualcuno che sa che file bisogna modificare?--Klenje 18:11, 31 Mai 2005 (UTC)
MediaWiki:Copyrightwarning (vedi it:MediaWiki:Copyrightwarning) --Leonard Vertighel 20:23, 31 Mai 2005 (UTC)

VIF O MUART?[modifiche il codiç]

Nol si cjacare plui di chiste bande? nol lè nissun? O volevi savè cemut si puedial fa par meti une pagjine nueve (une traduzion) e fà el link te pagjine par talian!

Sì, purtrop no je tante int, forsit al vin che o vin in cheste ostarie nol è avonde bon ;)

alore, par creâ une pagjine tu cjapis l'indiriç di une pagjine esistente, tu lu copiis e tu gambiis l'ultin toc, par esempli http://fur.wikipedia.org/wiki/Friûl tu gambiis Friûl e tu metis il non de to pagjine (pol jessi par dì http://fur.wikipedia.org/wiki/Vin blanc) e se tu visitis chest indiriç tu puedis zontâ une gnove pagjine. Pai leams ae vôs taliane insomp ae pagjine inserìs [[it:Nome articolo italiano]] mandi--Klenje 7 di Dic 2005 a lis 18:25 (UTC)

Ce plasê di cjatâ cualchi pagjne in furlan (Hm, hm...) ancje achi sù Vichipedie. Sperin che altris come nô e rivin une dí a sleâsi la lenghe zence vê pôre di dî un strambalot. Scomencin par fâ savê ator di nô che il puest al esist. So vês un sito, no stait a mancjâ di meti un link che ben plan ben plan i furlanats e i cjargnelots e rivaran...Magari cjacarant un'âte lenghe ma a rivaran. Ce vino di fâ? O vin simpi stât atór pal mont alore se cualchidun al tire sul francês, il todèsc o le bîre invesit dal vin, o sarin simpi in buine compagnie. Mandi furlans (Cun diu o zence diu ma simpri in cul vin e la ligrie:-) E bon nedâl e tantis bielis rôbis pal ant ch'al ven. So vês voe di sintî une cjançon di Nedâl on 'd'ai cjatade une achi par furlan ch'a é biele e frescje come l'âghe di Ludario e che strascine i riguarts e i sentiments. Viodêt vô achi->: [4]

Vichipedie in furlan ... o Friuli in Wikipedia????[modifiche il codiç]

Da un furlan di Glemone - da tant timp a Monfalcon.

Mi plâs une vore la me tiere; ma non çiacari tant ben il furlan, e di sigûr jo lo scrîf pieis. Ma jo i viôt un problema.

Çe che mi plâs dal Friûl a è la tiere. Il mâr, la planure, i flums. I boscs, i prâs. Jo i volares che dut il mont i cognossessin. Nuie di ce che mi plâs dale me tiere al é merit dai furlans. Avin dome la fortune di vivi in une tiere incantade. E NO LA RISPETIN PAR NUIE. Mi someares une vôre plui important cognossi e fâ cognossi la tiere dal Friûl (lavorant in tale Vichipedie taliane o miôr di dur in chê ingleis - plui che pierdi timp a scrivi dome par chei pôcs furlans che san scrivi e lei il furlan e van atôr in Internet. Furlan di Glemone

Jo no a viôt cussì... par me cont la lenghe e je un toc impuartant dal Friûl, che e à une storie daûr; jo o podars scrivi chestis robis par furlan, talian o inglês ma dato che o crôt che sedi plui facil cjatâ cualchidun che al scrivedi par talian o inglês che par furlân, o preferìs scrivi inte marilenghe, ancje parcè che se un al vûl al pues dopo tradusi par ce lenghe che i covente. Il fat al è che la int no scrîf ni par furlan ni par talian ni pâr inglês.... Mandi Alex--Klenje 4 di Zen 2006 a lis 09:34 (UTC)

Brâfs i furlans che pensin e i furlans che cjacarin in marilenghe.So vês voe ancje di cjantâ us doi une disine di tocs di musiche furlane gnove ch’a vîf cun peraulis che sùnin, melodiis che sègnin,ritmos che mènin tal cuàrp e tal cûr da clicâ e scôltâ subit achi->: [[[5]]]

Salve, o soi lât a viodi chest sito. Al é dut par furlan e a nd'é ancje une cjançon pai tifôs da l'Udin. Lelo

-Furlans, so no sês propit di chei che cjacarin le marilenghe come a Udin o sarês interesâts di savê di indulà che vegnin lis nestris Gj e Cj. E ben e vegnin dal ungherês come di sigûr ancje lis vocâls sprolungjadis. Par savent di plui, baste lâ sul sito in inglês di un ungarês indulà ch'al si puès sintî le pronuncje di cualchi pearule tipicamenti ungarês. Lait achi in tes dôs primis pagjinis: [6] e scoltait ben le peraule Gyõr. Mandi Nino

Interwiki Bot Status[modifiche il codiç]

Hi. I would like to get my interwiki bot YurikBot marked as a bot in your language. The bot is already operating in almost 50 languages, and it would lower the server load and improve the quality of articles if all interwikies are updated at the same time. You can read more or ask questions here. I always run the latest version of the Pywikipediabot (i am also one of the developers of this project). The request for the bot status is here. Please support. Thank you. --Yurik (en) 5 di Zen 2006 a lis 23:36 (UTC)


Progetto CantaStoria su Wikisource[modifiche il codiç]

Sono passato da voi per comunicarvi che su Wikisource abbiamo appena inaugurato il Progetto CantaStoria ed il relativo Portale CantaStoria.

Come sapete, Wikisource raccoglie i testi di pubblico dominio ma, fino ad oggi, nessuno aveva pensato al mare di canti popolari e storici (dell'800 e dei primi anni del '900).

Lo scopo del progetto è proprio quello di presentare in maniera organica queste canzoni creando percorsi tematici ed approfondimenti (grazie ai link con Wikipedia).

Dal momento che chi vi parla è un friulano che sa bene che di canti popolari ne abbiamo parecchi, perchè non venite a fare un salto e ci aiutate ad aumentare il numero di canzoni in friulano?

Vi aspetto numerosi!

Mandi, IPork 6 di Zen 2006 a lis 22:58 (UTC)


Propueste[modifiche il codiç]

Dant une cjalade al articul Svinesund_Bridge su le Vichipedie inglese mi si e impiade une lampadine....

O vevi pene let el gnûf articul sul Tor e o ai pensât ch'al saress biel ve un link ai sitos cu les fotos dal satelit (Google maps, Topozone, Yahoo maps, MS Virtual hearth, ...) e, parcè no, crea un template ancje pai cumuns furlans cu le pussibilitât di meti dentri ancje les coordenadis e genera in automatic i link a les fotos satelitârs...

Se us samê une buine robe o pues provâ a piardi un poc di timp sore!  ;)

Maman NiceGuyAlberto 26 di Zen 2006 a lis 08:30 (UTC)

Alore, in teorie cualchidun de it.wiki al varès di zontâ cuntun "bot" ducj i comuns furlans cun la tabele standard che al è su progjet comuns... al è za un pâr di mês però e ancjemò nuie... su it.wiki e doprin za lis coordenadis par mostrâ la posizion dai comuns talians, e sarès une buine idee zontâ ancje lis fotos che tu disis, al sarès di creâ un model e provâlu su cualchi comun, e in câs scomensin a zontâju a man. Si pues copiâ il model talian ([7]) gjavant cualchi informazion plui inutil... se tu âs timp prove a fâ alc, al è une robe impuartante secont me ;)--Klenje 26 di Zen 2006 a lis 14:42 (UTC)

Purtrop, Kleine, il furlan al é simpri stât lent a êntusiasmâsi par dut chel ch'al é gnûf.Forsit parce ch'a si difide di dut ce ch'a é forèst par no dî ancje dal visin di cjase. I zovins indulà sono? Sa no cjacarin il furlan al é di bant cirîju e i lôrs pâris e disin zà che an fat avonde e che lu an di fâ chei âltris:-) Mandi,

Di ce ch'o viôt a son zovins che amin la lôr lenghe... par me cont il probleme al è il scjars ricognossiment ufficiâl dal furlan...--Klenje 7 di Fev 2006 a lis 20:55 (UTC)


- O crôt che il ricognosiment al varès di scomençâ cui politics. O ai a pene let sù www.lenghe.net[8] l'opinion contrarie di trê politics che brâmin di cjapâ il puèst di Strasoldo sul fat di meti i cartèi stradâi scrits par furlan. Al é evident che lu disin dome parce che no son dal stès partît politic. Cheste manière di sei obleâts di disi il contrari a discapit dai interès de regjion aé une vergogne! Le femine di siarvizi e dîs parfin che cjacarâ furlan a nol é capî le anime furlane e che jê a cjacare dome par talian in famée. Po a zonte che aé dacuardi di vê un programe in furlan se tal stès timp a 'ndé programs pai extracomunitaris. Se chesç a son i furlans di vuê, cemût saràno i furlans di doman? Par furtune che lant a spàs par internet al si cjate ancje vêrs furlans che fasin il lôr sito in marilenghe e zence vê susidis di nisùn. E l'ultim ch'o ai cjatât propit achi al chel di www.musichefurlane.com[9]un sito plen di musiche,(E parfin une cjançon di Pàsche) di furlanitât e di leàms par scuviergi altris sitos furlans come par esempli www.ilfurlanist.splinder.com[10]dulà ch'al si cjate int par fâ cualchi cjacarade sù dut ce ch'al capite. Mandi a duç e vive il Friûl! Lelo

articul feminin e apostrof[modifiche il codiç]

Mi soi visât di chel che o pensi che al sedi un erôr che jo o fâs di spes e che o ai cjatât in diviersis altris pagjinis de vichipedie, par cui prime di corezilu o domandi se o ai reson.

L'articul feminin al vês di jessi simpri la (la cjase, la enciclopedie) te variant che o feveli jo si dîs invezit le cjase ... L'apostrof si met dome par il masculin lu par cui si dîs l'articul, l'apostrof ma la ecologjie, la enciclopedie. Tal câs a saran di normalizâ diviersis pagjinis e ancje la pagjine principâl - [scrit di Tocaibon che al stâ cirint di imparâ a scrivi] --Tocaibon 19 di Mar 2006 a lis 15:56 (UTC)

Sì te forme standard si dîs "la" pal articul feminin. Pal apostrof sêstu sigûr? Nus tocje cambiâ ancje il sottitul "L'enciclopedie libare" ? Comunque il to furlan al è ottim, miôr dal me, che mi scjampin 'gurizanisims' ca e là. L'uniche robe che vevi notât al jere che ogni tant tu dismenteis l'acent sul'infinît (la o là invezit di lâ). mandi--Klenje 19 di Mar 2006 a lis 20:32 (UTC)


La regule su l'apostrof le ai cjatade sul document da l’OLF che si cjate |ca:

“11.3. Apostrof cun «che» e cun «la»
L'articul «Che» al à dispès daûr peraulis che a scomencin cun vocâl, soredut i pronons personâi. Ancje l'articul «la» al à dispès daûr peraulis che a scomencin cun vocâl. La elision si lasse ae pronunzie e la peraule si scrîf interie.
1. Intant che o cjantavin; ce che al è al è; la acuile dal Friûl. “

Par disi il vêr mi par che la regule no vignedi doprade simpri, par esempli si dopre avonde su www.lenge.net <http://www.lenge.net> o www.siencis-par-furlan.net <http://www.siencis-par-furlan.net> (ancje se ogni tant al scjampe cualchi apostrof) invezit su la patrie dal Friûl www.friûl.net <http://www.friûl.net> al scjampe plui di spes. La regule a jê doprade sul coretôr ortografic e sul dizionari bilengâl. Sul fat che al sedi un furlan miôr di un altri no soi masse d'acuardi :-), a son des variantis che mi plasin tant (par esempli che ca si fevele di là de aghe o il cjargnel) ancje cuant che a son une vore diferentis de mio. Mandi --Tocaibon 20 di Mar 2006 a lis 09:44 (UTC)

Va ben alore scomencin a doprâ l'apostrof dome pai masculins... prime o dopo viodarai ancje di comedâ il logo--Klenje 20 di Mar 2006 a lis 20:58 (UTC)

Modificâ[modifiche il codiç]

Ce pensâiso dal verp modificâ? O stavi pensant che invezit di 'modifiche' si podarès doprâ:

  • cambie o gambie
  • mude

Cuale ise la vuestre opinion?--Klenje 18 di Avr 2006 a lis 19:11 (UTC)

'Modifiche' al è in ogni câs furlan si pues ancje lassâlu.

Li mês preferencis a son:

  • 1) cambie (o gambie), par me al è il plui diret e duncje plui furlan ;-)
  • 2) modifiche, al va ben se no si à voie di stâ a bassilâ
  • 3) mude, mi sa masse di leterari (ma jê dome un opinion)

mandi --Tocaibon 19 di Avr 2006 a lis 18:41 (UTC)

Viodarai alore se passâ a 'cambie'...--Klenje 22 di Avr 2006 a lis 17:01 (UTC)

Come ch'al dîs Franc Fari tal so libri 'Il cjâf dai furlans' une lenghe e a ancje di siervî par no fâsi capî di chei âltris. Stant al fat, che une lenghe aé nassude e cressude in tune comunitât, chel ch'al si identifiche cun cheste famée al cîr di svilupâ un lengaç propri, privât, esclusîf...Alore jó o soi dacuardi cul cambie, gambie, modifiche o mude ma o doprarès di plui il gambie parce ch'al sarès capît par duç, ch'al sune plui furlan che cambie o modifiche e cussí o lassarès il mude pai scritôrs. Lelo

Nons par furlan[modifiche il codiç]

Vino di doprâ lis versions furlanis dai nons simpri, dome cuant che si doprin spes o mai? Par intindisi, o crôt che Pieri Çorut al larà di sigûr doprât, ma par esempli no si varès di doprâ Tizian Tessitori invezit di Tiziano Tessitori? Al è just par stabilî une convenzion mandi--Klenje 18 di Avr 2006 a lis 19:11 (UTC)

Forsit a saressin di doprâ di plui i nons par furlan. Al è però cualchi probleme, intant al à di jessi simpri pussibil cirì sedi doprant il non talian sedi doprant chel furlan (o ai viodût che par Marchet al funzione, invezit, no sai sal centre, no soi rivât a cjatà Malignani che o soi sigûr di vê viodût timp indaûr). Cualchi probleme al pues jessi se si a voie di meti il cognon par furlan, se Gortani al devente di sigûr Gortan no crôt che Fortuna al vedi di cambiâ. Forsit i cognons si podaressin lassà cussì come che son almancul che no vignedin par solit voltâts par furlan. Tal câs al podarès jessi comut fâ une liste dai nons di persone talians e furlans (e magari ancje par todesc e par altris lenghis). --Tocaibon 19 di Avr 2006 a lis 18:31 (UTC)

Sì, forsit al è di decidi câs par câs; dopo si pues fâ redirezions a lis variis formis, come che o ai fat par Marchetti: la vôs e je sot Josef Marchet, dopo Giuseppe Marchetti al invie ae variant furlane--Klenje 22 di Avr 2006 a lis 17:01 (UTC)

Al mi somée ch'an sedi nons che no si savarès propit "furlanisâ" par nuje ma al si puès simpri cjatâ alc. Bisugne ancje viodi se a l'interesât ai garbe. Il Pizzul lui nol a nue di contrari cul so non furlan e nol si é mai fat clamâ Piccolo:-) Un'altri invesit ch'al veve un non talian al si é inventât un in furlan che a mi al mi plâs un grum : Lelo Cjanton. Un poete che zà cul non al cji sune subit bon! ...E alore al meritave une rime:-) Lelo (No Cjanton ma Lelo distès)

Sono nuovo[modifiche il codiç]

Sono appena entrato, sono giovane, e anche io come Voi sono friulano. Spero di trovermi bene in questa mia permanenza nel sito. Vi ringrazio per la possibilità che avete dato alla nostra lin gua di farsi un posto nel mondo. Come sono poetico. Sono commosso! --Diego93 5 di Jug 2006 a lis 15:05 (UTC)

Mandi Diego, al è biel viodi int gnove, a sin simpri masse pôcs ca, e il fat di no savê scrivi nol è grâf, ca nissun al è mestri ;-)--Klenje 6 di Jug 2006 a lis 19:02 (UTC)

Salve, O crôt che i furlans a no son cjacarons e che se vegnin achi a lèi e a s'in tornin vie zence dî nuie. Celestin

question about a word[modifiche il codiç]

Hello, today somebody added various examples of walloon/friulan words at wa:Frioulan; however, there is one for which I can't recognize the walloon word ("mijol"?), so I'm not sure what the fiulan example is intended to mean either... the friulan word is "frice", from a google search it seems that the word is a kind of bird, and also slang for the woman genitals; but I don't know which one was intended, nor which kind of bird it is. Also, in Google I saw various blog pages about "frice on the internet", and so I wonder if there isn't also some sort of google bombing involved. Thanks wa:User:Pablo 20:25, 15 June 2006 (UTC)

I continued the discussion on wa:Frioulan. --Tocaibon 15 di Jug 2006 a lis 20:34 (UTC)
Thanks, I removed it then.
Oh, could you check the spelling of the Human Rights declaration sample? it seems that "Ducj" should actually be "Duçj" instead...
wa:User:Pablo 23:45, 15 June 2006 (UTC)

Hey Pablo kwe dis, vi:-) I think that the one who put the translation was certainly a connaisseur and a little funny. Celestin

Hi Pablo! I was reading Your "problem",and it´s so funny that no one told U someother meaning of "frice"(*) or "fricis"(**) . It´s also a really good food,now "forbidden" ah ah for the higher containt of fat. Long time ago every family,on december(***),kill the own pig and put it upon the wooden stair "la scjale dàl toglât" for cleaning the pig´s hair , than upon a big wooden table starts the art of "Purcitâr" "Norcino" in Italian,every young guy or girl was turnig around these table wayting for a little piece of meat to cook on the grill (many fire to boil water for cleaning the poor pork)so,"piĉiul vuštu une "frice" par fridi?"means ,lovie want you a little piece to cook? Than,when all `saláms´ ´musétz´ ´lujaniîs´´figadéi´´palmònes´were finish,the rest of fat was boiled in a big pot and the liquid fat "saín" strutto in Italian,leaves some parts to press so strong and than you get "fricis" (*) Piece of meat (**) Ciccioli,in Italian (***)A Sant Andrea il purcél súla brèa. (on S.Andrea´s day pig on the big table)


    I hope You agree all that,it´s wonderfull cause i was living another time this magic event! Mandi Alan

1000 vôs[modifiche il codiç]

Vuê 14 di Lui o son rivâts a 1000 vôs che al è za un bon numar, e tignint une bune cualitât. Par cui che i plasin lis statistichis:

Grazie a ducj--Klenje 14 di Lui 2006 a lis 09:46 (UTC)

Cumprimenti dâ Wikipedia siciliana! Pippu d'Angelo 4 di Avo 2006 a lis 07:42 (UTC)

Canale IRC[modifiche il codiç]

Ciao a tutti. scusate se scrivo in italiano, ma pur abitando a udine conosco male il friulano. Abbiamo già un canale IRC? è percaso questo?

irc://irc.eu.freenode.net/wikipedia-fur

Ciao e buon lavoro a tutti--Otrebor81 31 di Lui 2006 a lis 13:17 (UTC)

Ore di sveasi![modifiche il codiç]

Al è di un pôc di timp che al mi pâr ch'ai scrivin alc simpri lis stessis personis... E chei altris? Chest progjet nol à migo di fermâsi ae milesime pagjine cirche... O vin bisugne di une enciclopedie in marilenghe!

Mandi! - 27 di Avost a lis 20.52

Beh, ma sin za a plui di 1200 vôs... plancut ma o lin indevant, e prime o dopo o speri che la int aumentarà insieme cul interès pal furlan. Mandi --Klenje 6 di Set 2006 a lis 20:05 (UTC)

Mandi a duç[modifiche il codiç]

Mandi o soi Pieri e o ven di Udin. Jo pues dâus une man parò i problemos a son doi: 1) ancje se o feveli furlan da quant c'o soi nassût, no crôt di jessi tanbon a scrivilu 2) no soi une vore bon di doprâ chest tramai ca clamin computer. Alpin furlan

Benvignût su la Vichipedie. Grazie dai contribûts e no sta ve pôre a scrivi. Se tu âs bisugne di un jutori no stâ vê fastidi a domandâ. Par intant prove a viodi che pagjine ca vie. Mandi --Tocaibon 31 di Avo 2006 a lis 10:12 (UTC)

Salve Pieri, No sta vê pôre, ansit, cu le plume di alpin il furlan al é plui gjenuin:-) Lelo

Mandi Pieri, la ortografie juste si impare ancje sbaliant, e se no si sta pôc a comedâle. Par cui continue a zontâ robe che ogni aiût al è bon. E tu puedis scrivimi ancje a mi se ti covente alc --Klenje 6 di Set 2006 a lis 20:05 (UTC)

Mandi a ducj o soi un gnûf e o soi un fantat di nancje disenûf agns, o soi content che si fasedi une robe cussì biele come une enciclopedie par furlan e ancje che e je une ostarie dulà tabajâ, nancje jo o sai scrivi mase ben par furlan e ancje par chest o vares voe di dî che al sares just di meti amancul un cuatri regulis in biele viste par ducj par no pierdi la bielece dal fat che il furlan al è une lenghe cun lis sôs regolis e ancje par parmeti a ducj di capî chês robis che quant che e si lein no si rivin a capî. par dî une "ducj" al si pronunzie "duçs" cioè tal mût just che ducj o disìn e no "duci" come che al somee. alore dut al divente pui sempliç par ducj. graziis e mandi o come si dopre achi di nô atrîs zovins mandulis :-)

Mandulis ancje a ti (ca no si dopre, ma lu ai sintût za, al è simpatic ;-) )! No sta preocupati che culì nissun al è mestri dal furlan, jo ai imparât sbaliant. Par lis regulis, Vichipedie:Ortografie e dîs lis robis fondamentâls e al è inte pagjine principâl. Se mai in futûr si podarès ancje meti un leam inte sbare in alt cussì che sedi plui visibil. Dopo pe pronuncie al è un altri discors... jo purtrop no soi un espert di linguistiche cuindi no sai cemût che si fâs a distingui la pronuncie, o covanterissin segnos speciâi e robis cussì, e o speri che cuant che il numar di utents al aumentarà al rivarà cualchidun a comedâ chestis robis; o magari a regjistrâ l'audio di cualchi esempli par spiegâ cemût che al è just dî. Se tu vuelis dâ une man, ancje a scrivi altris robis, tu sês il benvignût, la ostarie no siere mai :-D --Klenje 12 di Set 2006 a lis 08:21 (UTC)

Bot status[modifiche il codiç]

Hello. My name is Thijs! and I am from the Netherlands and run a bot called Thijs!bot on many (>80) wikipedia's, among which fur. However, currently all my bot edits appear in the recent changes and therefor I would like to request a bot flag to prevent this. The bot runs on the pywikipedia-platform, does automatic changes which are unambigious, and will ask my feedback for ambigious changes. My changes can be found at Speciâl:Contributions/Thijs!bot. Do you support this bot request? Thijs! 6 di Set 2006 a lis 12:14 (UTC)

Yes, I support it. Thanks for you work ;) --Klenje 6 di Set 2006 a lis 20:05 (UTC)

Candidature a aministradôr[modifiche il codiç]

Tocaibon si à candidât pal rôl di aministradôr. Votait culì fruts --Klenje 7 di Set 2006 a lis 16:52 (UTC)

Cemût cambià, corezi e cancelâ tocs di un articul.[modifiche il codiç]

Forsit pal fat che la Vichipedie e sta cressint al è il câs di discuti cualchi regule su cemût compuartâsi cuant che si va a gambiâ un articul za scrit. O met ca vie dome cualchi idee che mi è vignude su, mi plasarès savê ce che o pensais.

Regulis par scancelâ dai tocs di un articul. (propueste)[modifiche il codiç]

Almancul che nol sedi di comedâ un vandalisim secont me al sarês che:

1) Intant un al varès simpri di jentrâ come utent regjistrât par scancelâ alc.

2) Si varès simpri di spiegâ il mutîf parcè che si cancele (pussibilmentri te pagjine di discussion dal articul)

3) Almancul di robis piçulis al sarès miôr proponi la cancelazion o la modifiche radicâl te pagjine di discussion e dome dopo cualchi dì (o dopo vê discutût!), cancelâ.

4) Visai simpri di tignî un pont di viste neutrâl

Conseis pai cambiaments de grafie:[modifiche il codiç]

Cheste a dî il vêr e je une altre cuestion. Chês che o propon e son plui des regulis di cortesie che di compuartaments obligatoris.

1) Pes corezions in furlan standard o di erôrs di gramatiche nie ce dî (se no si judin su chestis robis…)

2) O larês plui planc su cambiaments lessicâi, al è ben visâsi simpri che a puedin jessi plui sinonims di une stesse peraule (si pues disi sedi dì che zornade, sedi vieli che vecjo e v.i.). Al è biel che su la Vichipedie a sedin plui stîi di scriture, che cualchidun al someedi iperpuristic e cualchidun altri plui talianizât, par me al un segnâl che la lenghe e je vitâl (cheste e je oviamentri dome une me opinion)

D'acuardi su dut. Mi rindi cont che fin cumò o ai scancelât e bon, ma no crôt di vê scancelât nuie di valit e util al progjet. Mi sinti di ripeti di fevelâ su la pagjine di discussion, soredut se un argoment al è controvers (une vôs di chimiche no varà tantis discussions di principi, une di storie, sui partigjans e robis cussì, e sarès sigûr di discuti inte pagjine apueste. Seguint simpri un Pont di viste neutrâl. Un esempli sempliç: nuie agjetîfs che a dan judis; "inliberâi austriacs" par esempli al è sbaliât, parcè che al è viodût dal pont di viste talian, lassant di bande il judizi storic. Pe grafie compagn, no stin fâ masse confusion su chê, e je impuartant ma no vitâl. L'impuartant son i contignûts. Inutil vê dut in grafie standard se dopo a son scritis dome boiadis. Cheste e je la mê idee ;-)--Klenje 24 di Set 2006 a lis 21:47 (UTC)

Fotos[modifiche il codiç]

O vulares meti cualchi foto o alc di simil, ma no o rivî a caricâ lis imagjinis .jpeg o .gif. Esal normal? In ogni câs, Klenje, no ti ai in mo fat i compliments par cheste bone idee che e je "Vichipedie"!

Mandi,

Illister - 6 di Jugn a lis 0.09 (UTC)

Salve,

Sitenotice[modifiche il codiç]

Il mio friulano è friulano da meneghel quindi non mi permetto di rovinarvi questa pagina :). Vi spiego subito il problema: da pochi giorni è iniziata la campagna iscrizioni 2007 di Wikimedia Italia, l'associazione che si propone come promoter di tutti i progetti italiani (inclusi quelli "in lingua minore"). La notizia dovrebbe essere segnalata in MediaWiki:Sitenotice (serve un amministratore per aprirlo). Se volete un modello potete vedere in it:MediaWiki:Sitenotice.

Mandi, --Nick1915 5 di Otu 2006 a lis 10:21 (UTC)

La nape[modifiche il codiç]

Scusait, ma mi somee ch'i sedi un probleme a vonde impuartant te nestre vichipedie ( o forsi soi jo che no soi tant svei); Cuant ch'al si cîr une vôs lì sòt dal somari, no si pò meti la "nape (^)" parsore da lis peraulis. Par esempli, se un al vûl cirî Remanzâs, cun la tastiere no'l rive a cumbinâ. Alpin Furlan

Se tu dopris Windows tu varessis di rivâ a scrivi lis vocâls cu la nape cuntune cumbinazion di tascj. Tignint fracât il tast ALT (cence molâlu) fâs chei numars culì cun il tastierin numeric su la destre de tastiere e dopo mole il ALT
â = 0226
ê = 0234
î = 0238
ô = 0244
û = 0251
Se no tu âs pôre di mateà cul computer vioditi che pagjine ca vie cuntune soluzion plui facile (jo o dopri che ca cuant che o dopri il Windows). Mandi e fami savê se no tu cumbinis --Tocaibon 9 di Nov 2006 a lis 21:04 (UTC)

Grasiis Tocaibon, cumò o ai cumbinât! Ce mût fasarês che vichipedie a lâ indenant cence di te e Klenje? Mandi Alpin furlan

Wikimania 2007 Team Bulletin[modifiche il codiç]

Published by the Wikimania 2007 Taipei Team, Wikimania 2007 Team Bulletin provides the latest news of the Team's organizing work to everyone who is interested in Wikimania; it also gives the Team chances to announce calls for help/participation, so assistance in human and other resources can be sought in a wider range. Team Bulletin is published at the official website of Wikimania 2007 and released to the public domain. Issue 1 and Issue 2 has already published.--218.166.212.246 29 di Otu 2006 a lis 01:54 (UTC)

Confins orientai dal Friûl[modifiche il codiç]

In diviers câs al è stât contestât di cualchidun la partignince o mancul di cualchi localitât de provincie di Gurize al Friûl (viôt lis discussions di Monfalcon, Gurize, Bisiacarie, Vignesie Julie). Forsit al sarâ ben stabilî dai criteris cun precision cence volê ufindi nissun e cirint di jessi precîs tal contâ dutis lis animis di chestis localitâts. Mi plasarès savê ce che o pensais. --Tocaibon 9 di Nov 2006 a lis 21:26 (UTC)

Dute la provincie di Gurize e je part intergrant dal Friûl. Ancje se in Bisiacarie no si fevele furlan ma un dialet venit, no ûl dî che i bisiacs no sedin furlans. Alore ancje i udinês, no saressin furlans! Bisugne parò dî che la plui part dai bisiacs a si considere juliane e (no capissi propite parcè) a no ûl jessi definude furlane. Parò no'l conte dome ce che pense la int di vuê, conte di plui la storie! La provincie di Gurize fasevie part dal Patriarcat di Aquilee ai 3 di avrîl dal 1077? Sì, e alore la provincie di Gurize, ancje cumò, e fâs part dal Friûl, ancje se ai bisiacs no i plâs masse. Par me la discussion e je finude. Alpin furlan

I confins a cambin cun la storie. Al dì di vuê, nol è acuard su i confins orientai e la Vichipedie al à di dî dome chest, che nol è acuard, naturalmentri disint che une volte la Bisiacarie e jere furlane, e ancje Triest. Clap 10 di Nov 2006 a lis 07:57 (UTC)

No je vere che chei de Bisiacherie si considerin julian. I bisiacs a vuelin jessi dome bisiacs. Inte Bisiacherie, dopo la seconde guere mondiâl, une vore di esui istrians a son vignûts a stâ in chest teritori. Dome che no puedin cumò pritindi di scancelâ la storie e clamâ Vignesie Julie un teritori che al è simpri stât furlan. La storie no pues jessi scancelade. La cuestion è je une vore ingherdeade. I bisiacs di Monfalcon cumò a son rabiôs cui furlans parcè che il Consei comunâl di Monfalcon, a sô timp, al à domandât e otignût, di considerâ Monfalcon un comun furlan pe L. 482/99. Ma chest lu àn deliberât lôr, no nô! A podevin fâ di mancul. Lu àno fat par vê i bêçs de 482/99? E cumò e van ator a dî che i furlans a son "imperialiscj"! (Michi)

Jo par lavôr o ai dispès di lâ in Bisiacarie. Alì il plui da la int (no duç a dî la veretât) cjale di malvoli chei che vegnin da la "furlanie" come che disin lôr, no ai mai capît parcè. E je vere ch'a disin che i furlans son "imperialiscj": o ai vût une dispute te vichipedie taliane cuntun bisiac ch'al veve scancelât un toc da l'articul ch'o vevi scrît jo, là ch'alere scrît che Monfalcon al fâs part dal Friûl, disint che i bisiacs son julians e a no vuelin vê nuje a ce fâ cul Friûl. Ancje te nestre vichipedie sot la vôs Monfalcon cualchidun, siguramentri un bisiac, al veve scrît "noi no semo furlani! andè in mona!"...mah! In ogni câs, nissun al pò dineâ che la Bisiacarie e fâs part dal Friûl. Alpin furlan 20 di Nov 2006 a lis 20.02 (UTC)


cari amici, vi mando alcune mie considerazioni su questa questione. Sono bisiac e non so scrivere in friulano. Perdonatemi! Ma siamo così certi che parlando di “Province friulane”, impieghiamo una definizione condivisa? Siamo così certi, per spiegarci meglio, che gli abitanti di queste province si sentono rappresentati da enti che si vorrebbe definire in questo modo? Oppure bisogna ripensare la nostra regione in altri termini? Nel suo articolo “Aspettando la Costituente friulana”, apparso sulle pagine de “Il Friuli”, Gianfranco D’Aronco ha posto molte importanti questioni riguardo il futuro del mondo friulano compiendo però un grave errore, secondo il mio parere, quando con grande sicurezza dà per scontato che fanno parte del Friuli anche comuni che oggi tutto si possono sentire meno che friulani. Quando scrive che in tutta la regione soli 6 comuni non fanno parte del Friuli, difatti, dimentica o forse ignora l’esistenza di diversi comuni che spesso anche da molto tempo (pur facendo parte sulle mappe, almeno teoricamente, ancora del Friuli) facevano fatica a sentirsi legati ad un mondo caratterizzato da una diversa lingua e anche da un diverso sentire. Gli otto comuni del monfalconese - se vogliamo fare un esempio in tal senso - che costituiscono quella che viene oggi chiamata anche “Bisiacarìa”. Bisognerebbe chiedere, però, se oggi si sentano friulane anche le genti di altre città come Grado, Marano, per non parlare poi di molti comuni a maggioranza slovena o altri, oggi caratterizzati da parlate di tipo veneto, sui confini occidentali della nostra regione. Certamente D’Aronco, e con lui molti fautori dell’autonomia friulana, si rifà a quelli che erano gli antichi confini del cosiddetto “Friuli storico”, che andavano effettivamente dal Livenza al Timavo. Ma i confini, come si sa, non sono immutabili. Non lo sono dal momento che immutabili, per prime, non sono le genti che li tracciano e tanto meno quelle che al loro interno vi abitano, vengono ad abitarci da altre parti o sono costrette a valicarli per cercare fortuna altrove. Come evidentemente non è immutabile, lo si voglia o no, ciò che il Friuli rappresenta nell’immaginario collettivo. Se un tempo per Friuli si intendeva certamente un’area geografica in cui si potevano parlare diversi linguaggi ed incontrare a volte diversissime culture, da molti anni per moltissimi i confini del Friuli terminano (parlo per la Bisiacarìa ma credo non solo) dove termina l’uso della lingua friulana. Questo è ciò che tanti sentono, a torto o a ragione non so, spesso del resto da molto prima che la regione assumesse le sue attuali sembianze. Dire dunque che “il Friuli non si identifica con l’area in cui la lingua friulana è più diffusa” può valere per alcuni ma per altri no. Decisamente. E non si tratta, comunque, sempre di scelte imposte dall’alto, in senso antifriulano come si vorrebbe far intendere, ma di inevitabili cambiamenti che nascono da una storia in continua metamorfosi. Una storia, quella della Bisiacarìa, segnata dal diuturno secolare arrivo di nuovi immigrati, in seguito ad avvenimenti anche drammatici, che hanno portato con sé diversi linguaggi e diverse visioni della vita modificando più volte, quasi radicalmente, la fisionomia di queste terre tra il Carso ed il mare. Come possiamo pretendere che i numerosi discendenti di antiche famiglie venete, istriane, slovene, croate, ma anche triestine per non parlare dei tanti meridionali o stranieri, possano appassionarsi quando si parla di realtà importanti ma per loro certamente molto lontane come la “Patria del Friuli” o il “Friuli Storico”? Per cui, se proprio dobbiamo parlare di confini (anche se preferiremmo non parlare più di confini) sarebbe oggi più esatto dire che è il fiume Isonzo, e non certo il Timavo, a indicare per i bisiachi (ma anche almeno per la stragrande maggioranza dei friulani del Goriziano e dell’Aquileiese) la linea di demarcazione tra il Friuli e la Bisiacarìa. Una terra caratterizzata principalmente dall’uso di un dialetto da secoli fondamentalmente veneto come il dialetto bisiac e, in minimissima parte in alcuni paesi della fascia pedecarsica, dallo sloveno. Dunque alla domanda almeno “Ammettono essi di abitare in Friuli?” i bisiachi, ad esempio, certamente risponderebbero oggi, con tutta naturalezza, di no. Ma non perché credono di vivere in Patagonia, come ironicamente afferma il professor D’Aronco, ma perché si sentono di abitare in Bisiacarìa e non in Friuli. D’altra parte possiamo forse noi impedire l’apparire di nuovi soggetti nella Storia? E che cos’era il Friuli quando iniziò a formarsi? Non era anch’esso qualcosa di inedito, che andava a mutare confini che erano rimasti intatti per secoli? Altrimenti oggi faremmo ancora parte del Ducato Longobardo, per non spingerci più indietro. Come molti giustamente chiedono rispetto e considerazione nei confronti del loro essere friulani, altrettanto legittimamente ad altri deve essere concesso - senza che per questo debbano essere automaticamente definiti come antifriulani - di dichiarare di non sentirsi friulani. Questo però non significa, stiamo bene attenti, negare tutti i secolari contatti che sono intercorsi tra le genti della nostra regione, contatti che a volte sono molto più forti di quanto non si voglia far credere: basti pensare che a Trieste il friulano è stato parlato ancora fino a metà Ottocento da alcune famiglie, a quante parole friulane sopravvivono ancor oggi nel dialetto triestino, bisiaco, gradese, ma anche quanto la cultura veneto-giuliana, nelle sue più alte espressioni, ha influenzato e influenza, ancor oggi, tanti intellettuali friulani. Per non parlare dei contatti, troppo spesso negati, con il mondo sloveno. Il non sentirsi friulani, da parte dei bisiachi, del resto non impedisce di certo a sentire i friulani come fratelli con cui condividere assieme progetti legati al mondo culturale, alla solidarietà, ecc.. Si potrebbero fare centinaia di luminosi esempi a proposito. Trovo inoltre, ad esempio, che la bellezza della mia parlata stia proprio nel suo conservare al suo interno ancora meravigliose e spesso molto antiche parole venete, friulane, slovene e, più recentemente, triestine. Mescolandole assieme, i nostri antenati ci hanno fatto capire che la necessità di capirsi, di venirsi incontro nonostante le differenze è uno dei fondamenti della vita. Si tratta di una ricchezza che non dobbiamo smarrire perché ci fa capire che, anche se le genti di questa regione nei secoli hanno adottato diversi linguaggi e sono caratterizzate da diversi modi di guardare la realtà, hanno anche tante, tantissime cose in comune. Ed è da questa consapevolezza che possiamo sperare di avviare un dialogo pacifico e costruttivo tra tutti, sottolineo tutti, i cittadini della nostra regione. Che cosa c’è dunque che non va in questo progetto delle assemblee? Che, com’è stato scritto nel numero 69 di questa rivista, si cerca in questo modo di “dare un corpo, coeso e riconoscibile, all’entità Friuli” con “l’evidente volontà di realizzare il ‘sogno friulano’, mai decollato, di diventare un soggetto politico autonomo” basandosi su comunanze di tipo etnico e linguistico tutte da discutere. Se si fosse presentato il progetto come una semplice collaborazione tra tre province della regione per accedere a finanziamenti di vario tipo, nessuno avrebbe avuto nulla da obiettare. Ma, in questo caso, non ci sarebbero state motivazioni valide per escludere a priori Trieste con cui non si vuole evidentemente avere nulla a che fare. Invece qui tutto parte dalla convinzione (più che discutibile) che tutte le genti che abitano queste province si sentono friulane e parte del Friuli. Detto questo, in ogni caso, per concludere ritornando alla nostra domanda iniziale, dicendo oggi che una Provincia come quella di Gorizia è una “Provincia friulana” diciamo qualcosa che comunque, nella percezione di moltissimi cittadini, non corrisponde alla realtà. O, quantomeno, vi corrisponde soltanto in parte. Certamente questa definizione può valere per tutti quei paesi che vanno da Cormons a Gorizia a Gradisca d’Isonzo, che sono paesi prevalentemente di lingua friulana, ma altrettanto certamente non vale più per tutti quei paesi bisiachi, ma anche sloveni compresi tra l’Isonzo e il Timavo, come anche per la venetissima Grado. Non c’è dunque un capoluogo isolato da una parte, come scrive D’Aronco, e tre province unite nel loro sentirsi friulane dall’altra poiché, come abbiamo visto, una buona metà della Provincia di Gorizia si sente invece da alcuni secoli sicuramente più vicina a Trieste che al Friuli per motivi che, tra l’altro, poco o nulla hanno a che fare con la politica: forti relazioni commerciali, un dialetto ormai molto simile, ecc. Una provincia che al suo interno vede convivere sloveni, friulani, bisiachi e gradesi, non può avere in ogni caso una definizione unica, dal punto di vista etnico o linguistico, per cui a noi va benissimo chiamarla “Provincia di Gorizia” senza volerle dare ulteriori connotazioni che, d’altra parte, non rispecchiano più le caratteristiche di un territorio così composito. Gherghetta d’altra parte è di Monfalcone e queste cose le sa fin troppo bene. Se non le ha dette è proprio per non alimentare, credo, possibili attriti tra le varie componenti della provincia che presiede. Per me dunque si tratta, anche se posso non essere sempre d’accordo con alcune sue affermazioni, di una scelta saggia anche se, me ne rendo conto, non facilmente comprensibile. Detto questo, penso che se i friulani continuano a voler dialogare solo con i friulani, i triestini con i triestini, gli sloveni con gli sloveni, i bisiachi con i bisiachi, la nostra regione rischia seriamente di rimanere segregata, come in un labirinto senza uscita, all’interno di sterili dispute campanilistiche. Per cui, senza intaccare le particolarità di ogni gruppo presente in regione, ma anzi valorizzandole il più possibile, iniziamo a costruire ponti più che steccati tra le varie culture. Anche perché, se non impariamo a costruirli in regione, rischiamo anche di non riuscire mai a crearli nemmeno fra noi e il resto del mondo.

Ivan Crico

La Vichipedie nol è un forum di discussion - La Vichipedie non è un forum di discussione Quindi questo non è il posto più adatto dove inserire le proprie opinioni. Senza considerare che qua dobbiamo mantenere un punto di vista neutrale. E quindi se ci sono persone che pensano che la Bisiacaria non faccia parte del Friuli sarà da dire nella voce Friûl. Ma siccome c'è anche gente che pensa che lo sia, è giusto anche presentare quel punto di vista. Mandi--Klenje 29 di Dic 2006 a lis 21:15 (UTC)


Cjançons par furlan[modifiche il codiç]

Mandi a duç! Mi somearês biel, ancje se forsit il lûc plui adat par metiju al è Wikisource, scrivi te nestre vichipedie i tescj des cjançons furlanis...Jo ai metût i tescj di plui o mancul vincj vilotis (o 'nd ai metût 60 te Wikisource). Alore fuarce fantats, se savês cualchi cjançon, no vepit pôre di scrivile! Alpin furlan 17 di Nov 2006 a lis 20.17 (UTC)

O ai metût la vôs vilote: cjalait se par intant a po lâ. Se no ûs plâs cambiaile! Jo podarès zontâi alc.Mandi. Bandul

Tu âs scrit propit un biel articul, brâf! Mandi --Tocaibon 12 di Dic 2006 a lis 20:49 (UTC)