La patrie dal Friûl

De Vichipedie, la enciclopedie libare dute in marilenghe.
Jump to navigation Jump to search

La patrie dal Friûl al è un gjornâl che atualmentri al ven fûr une volte al mês e che al è dut par furlan.

Storie[cambie | modifiche il codiç]

Il prin numar al ven fûr ai 24 di Fevrâr dal 1946, al presit di 10 francs, cul titul di “Patrie dal Friûl”, sfuei setemanâl indipendent; il logo al presente une acuile patriarcâl cun la scrite “di bessôi”. Lis pagjinis a son cuatri, e la redazion e jere a Udin, in borc di Prampar; la responsabilitât di diretôr e je dal avocât Vitorio Gasparet, e la stampe e je prime fate di A. Pelegrin, di Udin, po di Manuzio, simpri udinês. Dai 15 di Mai 1948 al Setembar 1953 il gjornâl al è direzût di Lelo Cjanton (Aurelio Cantoni), e la scjadence di publicazion e je cuindisinâl. Di chel moment lu cjape su Marie Del Fabro, femine di Felix Marchi, fondadôr dal sfuei; in chest periodi il gjornâl al ven fûr mensilmentri, ma cence tante regolaritât, pes difficoltâts a cjatâ articui e abonaments. Tal 1976 il Moviment Friûl, traviers la persone dal so segretari politic Marco De Agostini, al pense di recuperâ Patrie dal Friûl, restade libare, par sei scjadude, come che al risulte al Tribulâl di Udin. De Agostini al regjistre la testade al nr. 384 dal regjistri dal Tribunâl cu la date dai 13 di Dicembar 1976, socie di riferiment la Clape Culturâl Furlane Hermes di Colored (che e davuelç iniziativis culturâls par cont dal MF), rapresentant legâl e diretôr responsabil Marco De Agostini. Al informe intant Felix Marchi de iniziative, che al reste une vore content e al scrîf a De Agostini une letare di aprovazion e di ringraciament. Il prin numar de Anade XXII de Ete Gnove al jes tal Zenâr 1977. A colaborin te redazion plui di lôr, in primis pre Antoni Beline e altri predis dal grup di Glesie Furlane. Par vie des grandis spesis sostignudis pe jessude di 20.000 copiis dal sfuei in ocasion de Fieste de Nazion Furlane dai 3 di Avrîl 1977, ideade e organizade dal Moviment Friûl, e dal fat che al è mancjât il contribût di sogjets che si son ritirâts dal impegn organizatîf dopo di vêlu imprometût, Patrie dal Friûl e jentre in dificoltât, e tal 1978 e cesse di sei publicade. Dome une jessude isolade tal 1979 e po dal 1983-84 jessudis mensîls o bimestrâls fint al 1988. Il grup di predis di Glesie Furlane vuidât di pre Antoni Beline, che al vûl percori une politiche culturâl furlaniste autonome rispiet al Moviment Friûl e ancje in competizion, dopo di vê domandât al segretari politic dal MF la cession de proprietât di Patrie dal Friûl, par no assumisi ancje la cjame dai debits de testade, al opzione di regjistrâ une testade diferente cu la zonte di un articul denant, La Patrie dal Friûl, e di tacâ a publicâle. E je la fin dal 1979. Pre Antoni Beline al domande a Marchi la cession de testade tal 1977 e, cundut che la operazion no à valôr legâl parcè che e je za scjadude e e je za passade di proprietât, parcè che e je stade tornade a regjistrâ di De Agostini, al ricêf ai 14 di Novembar 1977 une declarazion di cession dal vieli proprietari, che si è dismenteât di vê za ringraciât De Agostini par vê tornât a fâ jessî il so sfuei di une volte. Di fat Marchi nol pues cedi ce che nol è plui so, che se al ves cedût a pre Beline, mestri e predi in Cjargne, Patrie dal Friûl, Beline al varès scomençade une sô publicazion di Patrie dal Friûl e no di La Patrie dal Friûl. Pre Toni al reste diretôr fin al Dicembar di 1988, po la cjarie e passe a Federico Rossi di Vilecjace e daspò a Federico Gubian di Glemone; tal 1999 al torne Beline, che la manten fintremai la muart, che lu beche di colp ai 22 di Avrîl dal 2007. La clape daûr al gjornâl e sielç par cjapâ il so puest l'ilustradôr e gjornalist Dree Venier, che za dal Setembar dal 2006 al jere jentrât inte redazion. Venier al lasse la direzion cul numar di Dicembar dal 2009 e il so puest al ven cjapât di Dree Valcic, gjornalist de Il Gazzettino.

I personaçs[cambie | modifiche il codiç]

La storie de Patrie e je sigurementri leade aes figuris di Felix Marchi, insieme cu la femine Marie Del Fabro, e di Pre Josef Marchet. Il prin, dentist udinês, antifassist visserâl, profete de autonomie furlane, al fo il fondadôr dal gjornâl e il principâl sostenidôr par plui di 30 agns. Il secont al rivà un pôc dopo ma al colaborà cun Marchi cun grancj risultâts, ma al scugnì molâ pes pressions de Glesie che no viodeve tant di bon voli la colaborazion cuntun personaç “estrem” come Marchi.

I agns di aur[cambie | modifiche il codiç]

I agns plui biei e feconts pe Patrie a forin i prins, cuant che il gjornâl al presente lis splendidis oparis di pre Josef Marchet, come la Cuintristorie dal Friûl (publicade tra i 16 di Novembar dal 1950 e il 1 di Zenâr dal 1952), lis Letaris ai furlans (1 di Fevrâr dal 19501 di Zenâr dal 1951), lis notis di filologjie e gramatiche furlane, che a saran daspò metûts dongje inte opare “Lineamenti di grammatica friulana”. Inte Patrie al ven ancje publicât il prin romanç par furlan, “Aghe dapît la cleve”, di Dino Virgili, oltri che un grum de produzion di chei agns de clape di poetis de Risultive.

Leams esternis[cambie | modifiche il codiç]

I mieçs di comunicazion par furlan
La patrie dal Friûl - Il diari - Radio Onde Furlane (60%) - Radio Spazio 103 (in part)