Elvi Cine

De Vichipedie, la enciclopedie libare dute in marilenghe.
Jump to navigation Jump to search

Gai Elvi Cine (par latin Gaius Elvius Cinna; nassût a Bresse di Milan - muart tal 44 p.d.C.) fo un poete antîc roman.

Biografie[cambie | modifiche il codiç]

Nassût a Bresse in Lombardie, al jere amì di Catul e, come il so copari, ancje un di chei dal circul dai poetis gnûfs. Se al è ver, come che al somee, che al jere propite chel Cine lì, al murì par un qui pro quo: biel che al partecipave al funerâl di Juli Cesar, par vie dal non avuâl al fo cjolt in fal par Luci Corneli Cine, che, cuntent beât de muart di Cesar, al tignive la bande dai sassins, e al fo duncje lincjât de int, che i jere montade in furôr cuintri.

La poesie[cambie | modifiche il codiç]

Un dai poetis plui tipics dal neoterisim, i siei viers a vevin dutis lis carataristichis di chel stîl: galantarie, snelece, cun istoriis d'amôr cjapadis de mitologjie, finece e cetante erudizion, sichè rivavin a capîju e a preseâju come cu lave dome pôcs studiâts fins e particularmentri usâts a chel genar di poesie, dut come che al faseve grêc Calimac. Il so epili Zmyrna, che e cjantave l'amôr di jê pal pari, che j dè ancje un fi, Adon, fo esaltât parsore ducj i cîi di Catul e cjapât come esempli di ce che e veve di jessi la poesie neoteriche; Cine faseve lâ in brût di violis ancje Virgili, che te IX Egloghe fâs dî al pastôr Menalche (ma al è come se lu disès Virgili istes) che ancje lui al compon viers ma che, paragonât a chei come Cine, i somee di jessi no un poete ma pluitost une ocje che e sbocjassi framieç di cigns che a cjantino cu la lôr biele vôs melodiose. Al scrivè ancje un Propempticon Pollionis, vadì Viatic par Polion, pal so amì Asini Polion, che al jere in ande di partî pe Grecie; al parà dentri cun erudizion e galantarie centantis notiziis e descrizions dai lûcs che al varès viodût.

Bibliografie[cambie | modifiche il codiç]

  • Paolo Fedeli, Storia letteraria di Roma, Napoli, Ferraro, 2004
  • Ettore Paratore, Storia della letteratura latina, Bologne, Sansoni, 1957

Leams esternis[cambie | modifiche il codiç]