Cosean

De Vichipedie, la enciclopedie libare dute in marilenghe.


Cosean
Non ufiziâl par talian Coseano
Provincie Udin
Part Friûl di Mieç
Coordenadis gjeografichis 46°06′00″N 13°01′00″E / 46.10000°N 13.01667°E / 46.10000; 13.01667
Superficie 23,8 km²
Popolazion 2 168 (2017) ab.
Densitât 91,09 ab/km²
Frazions Baracêt, Cjiscjerne, Coseanet (localitât), Maseriis, Nearêt
Comuns confinants Dignan, Flaiban, Merêt di Tombe, Rivis d'Arcjan, San Vît di Feagne, Sedean
CAP 33030
Prefìs telefonic 0432
Coseanet, Glesie di San Bartolomiu

Cosean al è un comun inte Friûl di Mieç, che al dì di vuê al fâs part de provincie di Udin e al à 2 168 abitants (al 1n di Zenâr 2017[1]). Unic comun di dut il "Venit" (teritori austriac che al comprindeve Friûl e Venit) che tal 1866 al à vût 25 vôts cuintri de anession a l'Italie sui 36 contraris di dut el Friûl (i "SI" son staz 144 mil; intal comun di Cosean a forin 219[2]), dit par chest motîf "Cosean dal no"[3]. Intes frazions però si votà "sì"[4].

Storie[cambie | modifiche il codiç]

Il non Cosean, di divignince romane (< Caucilianus) al è, secont Cinausero Hofer/Dentesano (2011, 300) di ete republicane o protoimperiâl e duncje une vore antic[5]; inte forme Cosano, Coselano, Coseglano si lu cjate za dal sec. XI d.C.[6]; chel di Coseanet intes formis Coselaneto, Cosiglaneto o Coseglanetto dal sec. XIV d.C.[7]

Il comun di Cosean al fo istituît in cheste forme dal 1 di Zenâr 1819 dal Guviêr austriac des Provincis Venitis (decret 106 dal 8 di Lui 1818)[8]; il stes Guviêr, trê agns prin (decret dal 30 di Novembar 1815 cun validitât dal Zenâr 1816[9]; plui tart ancje cun at n° 55 dai 4 di Avrîl 1816[10]), al veve incorporât Coseanet, Cosean e Maseriis tal comun di Dignan; Baracêt, Cjiscjerne e Nearêt ta chel di Flaiban. Intal Ream di Italie napoleonic, i paîs che in dì di vuê a formin il comun di Cosean, prin comuns autonims, a jerin stâts incorporâts, a partî dal 1n di Zenâr dal 1811, intal Comun di Nearêt (formât di Nearêt, Baracet, Coseanet, Cosean, ma ancje di Flaiban, San Durì e Savalons) e di Dignan (formât di Dignan, Bunzic, Cjarpât, Vidulis, Cjiscjerne e Maseriis)[11].

Sports[cambie | modifiche il codiç]

A.S.D. G.S. Coseano e je la scuadre di balon dal comun, e je une Societàt privade, il sô president al è Stefano Di Bidino.

Culture[cambie | modifiche il codiç]

Dal 2000, ogni prime domenie di Jugn pes viis dal paîs e je une mostre internazionâl di piture clamade Premio Arte Coseano, che e à vût tant che testimonials impuartants artiscj furlans e non come Ulderica Da Pozzo (2016) e Carlo Balljana (2017)[12].

A Cosean al è atîf dal 1982 un côr (clamât fin al 2014 Nuova Corale di Coseano, cumò Coro Musiche d'inCanto), che tai agns al à vût concierts no dome in Friûl, ma in dute l'Italie dal Nord e centrâl sicu in altris paîs di Europe.

Sociis[cambie | modifiche il codiç]

A Cosean e esist dal 1962 la Sezione Donatori di Sangue di Coseano (za fondade doi agns prin a Nearêt cul non di Asociazione Donatori di Sangue)[13].

Aministrazion[cambie | modifiche il codiç]

Il comun di Cosean al fâs part de Comunitât Culinâr dal Friûl.

Zimulaçs[cambie | modifiche il codiç]

  • Finale Ligure (SV, Italie), dal 2000.
  • Aubiac (Lot-et-Garonne, France), dal 2016.

Notis[cambie | modifiche il codiç]

  1. Dâts Istat, cf. http://dati.istat.it/Index.aspx?DataSetCode=DCIS_POPRES1, cjalât ai 17 di Lui dal 2017.
  2. Cf. "Il plebiscito in Friuli. Risultati delle votazioni pel Plebiscito nella Provincia di Udine", in: Giornale di Udine I, 47 (26 di Otubar 1866), [s.p., ma 2].
  3. Cf. Marcato, Carla/Puntin, Maurizio (2008): Etnici e blasoni popolari nel Friuli storico, Udine: Società Filologica Friulana [Biblioteca di Studi linguistici e filologici 9], 49.
  4. Cf. Colledani, Gianni (2017): "Cosean dal no", Sot la nape LXIX/1, 54.
  5. Cf. Cinausero Hofer, Barbara/Dentesano, Ermanno (2011), Dizionario toponomastico. Etimologia, corografia, citazioni storiche, bibliografia dei nomi di luogo del Friuli storico e della provincia di Trieste, Udine: Ribis, s.v., 300.
  6. Cf. Cinausero Hofer, Barbara/Dentesano, Ermanno (2011), Dizionario toponomastico. Etimologia, corografia, citazioni storiche, bibliografia dei nomi di luogo del Friuli storico e della provincia di Trieste, Udine: Ribis, s.v., 300.
  7. Cf. Cinausero Hofer, Barbara/Dentesano, Ermanno (2011), Dizionario toponomastico. Etimologia, corografia, citazioni storiche, bibliografia dei nomi di luogo del Friuli storico e della provincia di Trieste, Udine: Ribis, s.v., 299.
  8. Decret 106 Compartimento Territoriale delle Provincie Venete approvato da S.M., publicât in Collezione di leggi e regolamenti pubblicati dall'Imp. Regio Governo delle Provincie Venete, vol. 5/2, 1818, Venezia: Andreola, 5-92, cf. p. 79.
  9. Decret 122 Compartimento territoriale delle Provincie Venete, publicât inte Collezione di leggi e regolamenti pubblicati dall'Imp. Regio Governo delle Provincie Venete, vol. 2, 1815, Venezia: Andreola, 141-204, cf. p. 192.
  10. Decret 55 Attivazione di un nuovo Compartimento Territoriale, publicât in Collezione di leggi e regolamenti pubblicati dall'Imp. Regio Governo delle Provincie Venete, vol. 3/1, 1816, Venezia: Andreola, 241-295, cf. p. 286.
  11. Cf. Compartimento territoriale del dipartimento di Passariano da attivarsi pel Primo Gennajo 1811, Udin, Pecile, s.d., publicât in Corbellini, Roberta/Cerno, Laura/Sava, Carla (p. cure di), Il Friuli nel 1807. Dipartimento di Passariano, Udin: Società Filologica Friulana, 617-649, pp. 625-626. Viôt ancje: Pezzetta, Olivo (2009), Piccola storia del comune di Coseano, Coseano: Comune di Coseano, pp. 28-29.
  12. Cf. http://premio-arte-coseano.com/?page_id=1913, cjalât ai 20 di Jugn dal 2017.
  13. Pezzetta, Olivo (2009), Piccola storia del comune di Coseano, Coseano: Comune di Coseano, p. 55.

Leams[cambie | modifiche il codiç]

(talian) Sît uficiâl dal comun di Cosean.